L’imprenditore deve individuare un business model che funzioni, creare e formare il team di lavoro, individuare i giusti partner tecnologici e consulenti di marketing, fare i giusti investimenti in tecnologia e marketing. Deve nel tempo cercare di liberarsi dei ruoli operativi per dedicarsi alle attività strategiche, come i rapporti con i fornitori o la ricerca di nuovi fornitori, migliorare le funzionalità del sito, analizzare l’andamento delle attività e gli indicatori di performance, dedicarsi al marketing.

Riuscire a creare un e-commerce scalabile deve essere l’obiettivo a cui deve tendere ogni e-commerce manager e imprenditore.

Come fare allora a programmare un processo di sviluppo che all’inizio non è assolutamente facile da intuire e prevedere, in un ambito in cui la tecnologia evolve velocemente e dove gli strumenti a disposizione possono cambiare, dove la concorrenza è tanta e arriva da più parti e dove anche se siamo arrivati per prima il rischio di essere battuti resta comunque possibile?

E’ il duro mestiere dell’imprenditore che deve saper monitorare e anticipare i cambiamenti e individuare nicchie di mercato dove il posizionamento e la differenziazione non la fa il prezzo, dove i margini sono elevati e il rapporto con gli utenti può essere mantenuto nel tempo.

Cosa occorre prevedere in un business plan sostenibile:

  • Piattaforma integrata con sistema informativo aziendale. La piattaforma deve essere adeguata in modo dinamico e continuo alle esigenze di crescita e al modello di business. Fino a qualche anno fa non esistevano piattaforme di e-commerce (come magento e prestashop) ma venivano costruite per il cliente, oggi questa tecnologia ci aiuta a fare meglio e a evolvere più facilmente. Lo sviluppo tecnologico va monitorato e utilizzato se necessario;
  • Design e user experience del sito. Va studiata per essere efficace, va monitorata nel tempo e modificata in base alle analisi effettuate e ai risultati ottenuti. Il sito web non è un elemento statico, ma è oggetto di valutazione e test e va adeguato in base alle criticità riscontrate, ai feedback degli utenti e ai risultati ottenuti. Non esistono soluzioni definitive ogni elemento va monitorato e adattato al modello di business;
  • Investimenti in marketing, attività di lead generation e brand reputation;
  • Profilazione degli utenti e attività di marketing automation;
  • Formazione delle risorse, dell’imprenditore e dell’e-commerce manager oltre che delle altre maestranze;

Un modello di business vincente sviluppato con una piattaforma e con un sistema informativo integrato, diventa un vero asset del business e può essere ceduto a terzi in caso di vendita e cessione del business.