Anche se molti potrebbero pensare il contrario, la home page non è da considerare la pagina più importante del nostro e-commerce. Se il nostro sito è ben posizionato nei motori di ricerca, possiamo affermare che la maggior parte degli utenti atterreranno su pagine interne come schede di singolo prodotto o pagine di categoria.

Questo non significa però che non ci siano altri casi in cui gli utenti visitino come prima pagina la nostra home. Pensiamo a:

  • Gli utenti che digitano direttamente l’URL del nostro sito
  • Chi arriva perché clicca un link diretto da un altro sito
  • Chi cerca sui motori di ricerca il nome dell’azienda

Solitamente, gli utenti che arrivano sulla home, sono meno decisi, più indietro nel processo di acquisto, di chi atterra su una scheda prodotto o categoria, e vanno quindi guidati. Inoltre, potremmo pensare di usare la frequenza di rimbalzo della nostra home come metrica nel processo di analisi. La frequenza di rimbalzo sta ad indicare la % di utenti che visitano una sola pagina del nostro sito e lo abbandonano subito dopo.  Se analizzando questo valore rispetto alla nostra home, ci rendiamo conto che si attesta su un 50-60%, possiamo prefissarci come obiettivo quello di arrivare ad un valore di 30-40%.  Per fare questo dovremo:

  1. Capire bene a chi è rivolta la nostra home
  2. Cosa deve assolutamente contenere
  3. A quali domande deve rispondere

Teoricamente potrebbero esserci diverse tipologie di visitatori: clienti o potenziali tali, più o meno interessati ad acquistare, ancora, fornitori, investitori, partner…

Non può esistere una home rivolta a tutti questi diversi soggetti, e  si dovrà quindi decidere chi scegliere come interlocutore.

Vediamo ora di capire quali sono gli elementi che non possono mancare in home:

  • Il logo aziendale, posizionato in header (la pare superiore della pagina)
  • Una value proposition chiara, ben definita
  • Un richiamo ai prodotti per noi strategici
  • Un richiamo alle promozioni in atto
  • L’accesso, facile, ad un menù delle categorie che trattiamo
  • Una casella di ricerca ben in evidenza
  • Un box per l’iscrizione alla newsletter
  • Alcune recensioni dei nostri utenti
  • I nostri numeri telefonici ed email
  • Il richiamo ai sistemi di pagamento e alle spese di consegna
  • Sul footer (parte inferiore della pagina) la nostra partita IVA e la denominazione aziendale completa, il capitale sociale versato (nel caso di società di capitale), numero iscrizione REA

Quindi, per concludere, vediamo quali sono le principali domande alle quali dovrà necessariamente rispondere la nostra home.

  • Di cosa ci occupiamo?
  • Che tipologia di prodotti o servizi vendiamo?
  • Era quello che volevo trovare? Sono nel posto giusto?
  • Cosa posso fare adesso?
  • Come contattare l’azienda?
  • Mi posso fidare?

Alcune home page ben strutturate: